giovedì 20 maggio 2010

Er miracolo contrario





Domeneca passata, me cojoni,
ho visto tanta ggente anna’ a San Pietro.
Nun finivano mai ‘ste processioni,
so sceso anch’io e gli so annato dietro.

So arrivato alla fine nella Piazza:
homini, donne, vecchi, regazzini,
preti, frati, moniche d’ogni razza,
drento e for le colonne der Bernini.

Cento, dugentomila de cristiani
tutti a guardare verso er Vaticano,
e quanno er papa ha arzato le su’ mani
per benedire er popolo italiano,

s’è arzato questo coro giù da tera:
“Evviva er Papa!” “Evviva Benedetto!”
Più l’anticlericali je fan guera,
più ottengono, me sa, er contrario effetto.

7 commenti:

  1. Er miracolo avviene
    tutti i giorni come iene
    la fede va salvata
    anche contro chi l'avvelenata
    non è il papa non il prete
    ma siete voi che ci credete
    allora auguri per chi lotta
    dentro se e non con chi sbotta.
    Evviva Dio che ci ama
    nonostante una cattiva fama.

    RispondiElimina
  2. Questo monno è una monnezza,
    senza Cristo 'un c'è salvezza.
    E si Lui 'un ce dà 'na mano
    se rimane ner pantano.
    La su' mano è onnipotente,
    ce solleva come gniente.

    Caro Luca, un complimento
    per le rime del commento!

    RispondiElimina
  3. Bellissimi questi "sonetti"!
    Papa Benedetto ha avuto la sfortuna di succedere a Givanni Paolo II.

    RispondiElimina
  4. Perchè "la sfortuna" di essere venuto dopo Giovanni Paolo II? Che forse è meno Papa per questo? Io amo da morire quest'uomo, e mi dispiace che qualcuno non ne colga la grandezza della statura umana e di fede, la sua tenera gentilezza e discrezione, il suo cuore innamorato di Cristo e della Sua Chiesa. Eppure tutti abbiamo potuto vedere come egli sia stato accolto nei Paesi cosiddetti "difficili"; USA, Israele, Turchia, Francia... Con Ratzinger lo Spirito Santo è stato molto generoso, e anche con noi che ce lo ha donato come padre!

    RispondiElimina
  5. Carissime Stella e Rita,

    io penso che lo Spirito Santo abbia davvero illuminato la Chiesa nella scelta del papa giusto al momento giusto.

    Giovanni Paolo II ha contribuito a far cadere regimi politici totalitari e ha traghettato la Chiesa nel III millennio.

    Benedetto XVI sta combattendo alla grande contro un nuovo regime laicista, che è il relativismo teoretico e morale, e contro la sporcizia dentro la Chiesa.

    Due grandissimi pontefici :-))

    Ambedue lasceranno unn segno indelebile nella storia.

    Ciao!

    RispondiElimina
  6. Perchè Giovanni Paolo II era amato anche dagli atei!

    RispondiElimina
  7. Giovanni Paolo II, il Grande :-)))

    RispondiElimina