lunedì 1 luglio 2013

Un bagno di freschezza (in musica)




In estate il rilassamento è d'obbligo. 

Siamo entrati nel mese di luglio, e ci siamo lasciati alle spalle le fatiche di un anno scolastico e (speriamo) lavorativo.

È un periodo balneare, anche se non andiamo al mare; possiamo finalmente respirare, anche se non siamo in montagna. 

Pure la musica si deve adattare alla stagione. A me personalmente rilassa in modo particolare la musica del clavicembalo,  con quel suono pizzicato che accarezza l'udito, senza mai impegnarlo troppo.

Domenico Scarlatti, François Couperin, Jean-Philippe Rameau, e naturalmente J. S. Bach; sono il top della musica clavicembalistica, musica rinfrescante come una doccia. Ma ovviamente, i grandi clavicembalisti sono molti, che non starò a elencare... 

In previsione del caldo di domani (dicono che arrivi), mi ascolto Le tic-toc-choc, di F. Couperin. È un brano del 1722, scritto per clavicembalo a due tastiere, poiché le mani si sovrappongono e insistono per lo più nella stessa ottava. Il titolo del brano vuole ricordarci appunto che si tratta di un martellamento continuo (tic-toc) e spesso di uno scontro (choc) negli stessi tasti.

Poiché oggi la musica per clavicembalo viene eseguita in genere al pianoforte, la difficoltà di questa pièce-croisée diventa particolarmente evidente (una sola tastiera).

Il titolo completo del rondeau è "Le tic-toc-choc, ou Les Maillotins". Questi Maillotins erano una famiglia di funamboli. Anche il pianista lo deve essere!

Perfetta è l'esecuzione del grande Grigory Sokolov (che però non ho trovato in video). Mi accontento di Jéremy Deschane. Niente male, però...

Buon ascolto! 


15 commenti:

  1. Grazie per il fresco e rilassante viaggio che ci hai fatto fare entrando nella musica con la meravigliosa spiegazione.

    Buona giornata ^_^ carissimo Amico...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona giornata anche a te, mia cara Terry, e buon mese di luglio, in Sardegna... ;-))

      Elimina
  2. Devo ringraziare questo tuo post se mi sono accorta che il video di questo brano che avevo postato più di un anno fa non esiste più. Era appunto l'esecuzione live di Solokov!!! L'ho sostituita con un video in cui compare lo spartito del brano, ma è sempre Solokov che suona.
    Grazie!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Annamaria, mi sono accorto in ritardo che tu avevi già postato questo brano di Couperin, e mi dispiace della involontaria copiatura.. :-(

      Ho potuto però almeno ascoltare, visitando il tuo sito, la perfetta esecuzione di Sokolov; al tempo stesso forse ho dato anche ad altri la possibilità di conoscere una pièce tanto brillante quanto geniale :-)

      Brava Annamaria, complimenti per il post, e scusa della involontaria replica...

      Antonio

      Elimina
  3. Non scusarti di nulla Antonio,ci mancherebbe! Chissa` quante volte sara` capitato a me di postare involontariamente il tuo stesso brano! Un abbraccio e grazie!

    RispondiElimina
  4. gradirei leggere qualche Sua opinione sugli studi di Nancarrow, sulla micropolifonia di Ligeti, sulla simmetria in Bartok (per citare qualche esempio) e con queste composizioni cercare di spiegare il mondo che ci circonda e l'oggi.

    io sono giovane e vorrei capire come mai una persona con una buona memoria storica e artistica non condanni apertamente il ventennio, rappresentato da Berlusconi, che della memoria storica e della dignità dell'uomo ha fatto scempio.

    io credo che a tutti gli uomini piaccia ritagliarsi ascolti musicali rinfrescanti, romantici, BELLI.
    è così che noi tutti vogliamo vivere, cambia solo il concetto di BELLO.
    ma non basta più.

    tutti impegnati nel ritagliare il proprio mondo ideale, crediamo di poter vedere ogni cosa e nemmeno ci rendiamo conto che il mondo reale muore per sempre.


    saluti, Luca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per quanto riguarda la musica moderna e contemporanea, non ci sono problemi. Se poi mi parli di musica ungherese ( Kodály, Bartók, Bárdos, Ligeti), è uno dei miei pallini. Ad esempio, di Bartók (non dimenticare l'accento fonico!) ho anche eseguito insieme ad un grande coro, e con una grande orchestra, a Debrecen la "Cantata Profana", una vera summa della sua arte.
      Conosco meno Nancarrow, ma ormai siamo abituati a ogni tipo di musica ottenuta con ogni genere di strumenti, elettronici e sintetizzatori, per cui il player piano appare oggi più come una curiosità che come un vero strumento musicale. Ma a me piace (e l'ho anche postata) musica ottenuta con il synt.
      Ci diceva il nostro Maestro, il grande Fosco Corti: non esiste musica antica e musica moderna; esiste musica bella e musica brutta. Così come ogni altro genere di espressione artistica.

      Non capisco cosa c'entri tutto questo con Berlusconi. Sei uno di quelli che lo vede dappertutto? Anche in uno spartito musicale? Riguardati. Qui non troverai la voce Berlusconi tra le etichette (o i tags). A me la politica fa venire l'orticaria. Anche quella dei fanatici antiberlusconiani.

      La bellezza non finirà mai di affascinare l'essere umano, anche nella durezza della vita quotidiana. Pensi che Mozart o Beethoven non avessero i loro problemi? Pensi che Van Gogh non abbia provato il male di vivere, come Baudelaire, Verlaine, Rimbaud, e compagnia bella?

      Secondo Hegel, che non era un cretino, l'arte, la religione e la filosofia costituiscono lo spirito assoluto, cioè la più alta manifestazione dell'autocoscienza umana.

      L'uomo non è solo un corpo che mangia, ma anche uno spirito che ama, pensa e vuole, e sogna.

      Buona notte, e sogni d'oro, caro Luca.

      Elimina
    2. non condivido l'opinione di Hegel.
      la più alta manifestazione dell'autocoscienza umana è la politica, ovvero le relazione umane. l'Io che non deve solo comporre, o pensare o astrarsi, ma accettare e convivere il pensiero dell'altro, del diverso da me.
      ''l'amore degli amori'' la definì Chiara Lubich.
      parlando di berlusconi si parla quindi di non-politica: la più bassa manifestazione dell'autocoscienza umana.
      il trionfo dell'individualismo.
      occorre parlarne di più secondo me.

      ma Lei è una persona molto in gamba
      e credo di aver capito che il sito funziona bene lo stesso.

      saluti, Luca.

      Elimina
    3. Questo blog è solo un'espressione di ciò che io credo sia la bellezza, che salverà il mondo. E la bellezza è nella verità e nell'amore.

      La politica, se si basa sui valori fondanti lo spirito umano (arte, religione, filosofia, libertà di espressione, bene comune...), allora ha un grande valore. Ma non è l'ultimo valore, sia chiaro. La persona, nella sua irripetibile unicità, la trascende sempre. Altrimenti, poveri noi.

      Se poi la politica si fonda sull'odio, sulla discriminazione, sulla demonizzazione dell'altro e del'avversario, allora è quanto di più negativo possa esistere. Se poi mi citi Chiara Lubich...

      Oggi possiamo vedere come la politica abbia tra i suoi valori prioritari purtroppo la ricerca e la difesa del proprio egoistico interesse (vedi i privilegi della casta e i vergognosi appannaggi feudali, che nessuno riesce a toccare né a sfiorare), anche quella è una malattia mortale. Ed è ciò che tiene lontana la gente dalla casta degli intoccabili (compresi i magistrati).

      Altro che Berlusconi...

      Ti saluto.

      Elimina
  5. Speriamo che a qualcuno gli venga in mente di condannare il comunismo, che ha prodotto 100 milioni di morti, che si è alleato con Hitler e che ha perseguito i dissidenti nei suoi lager. A volte ho l'impressione che sono proprio questi che condannano il cavaliere..ma forse mi sbaglio....

    Ricordo anche che Che Guevare i gay li ha messo nei campi di sterminio e magari qualcuno di questi ha la sua foto in camera sua e condanna il cavaliere.

    Ricordo anche che le tv del cavaliere sono state dirette e date in mano a tanti sinistri...e questo è stato un grande errore.

    saluti Nell

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il comunismo, per nostra sfortuna, non si è mai attuato.
      come faccio a condannarlo?
      dobbiamo condannare invece gli uomini e i loro interessi.

      pensi un pò alle similitudini fra i più moderni studi economici, il comunismo e certi passi biblici ed evangelici.

      solidarietà, reciprocità, fratellanza sono le parole chiave del futuro. con o senza Dio.

      Elimina
  6. Non so dove vivi e in che pianeta, ma dire che il comunismo non si è mai attuato è la scusa e la bugia che leggo di recente da parte di chi non sa come rispondere.

    In nome del comunismo si sono attuati crimini e continuano ad attuarsi.

    Poi per cortesia non offendere "" il vangelo"" un comunista rimane scomunicato dalla chiesa cattolica.

    Concordo con il tuo desiderio di solidarietà ( che non c'entra nulla con la caritas cristiana, che è amore gratuito all'altro) Fratellanza, cioè riconoscersi FIGLI DI DIO e non atea come quella comunista e poi non parliamo dell'idea di pace, perche quella cristiana non è pacifismo, ma pace in cielo e in terra e per tutti gli uomini e non solo per una parte che fa comodo politicamente.

    Ti ricordo che il comunismo fu alleato di Hitler e da loro sono nati l'aborto e l'eutanasia in Europa..e qui con il cristianesimo siamo tanto distanti.

    Caro amico, riconosci storicamente chi stai difendendo e non nasconderti dicendo che non esiste..e se non esiste..per te, vuol dire che devi cercare altro.

    Il male peggiore che ha fatto il comunismo è far credere che ha delle anologie con il vangelo, quando ha solo cercato di svuotare a questi valori cristiani il senso vero. E se fossi comunista, non mi accontenterei di una vertià clonata, ma cercherei quella vera e autentica.
    Ciao Nell

    RispondiElimina