martedì 4 ottobre 2011

Laudato sii, mi Signore!



“Laudato si', mi Signore!”

Così pregava S. Francesco nel Cantico delle Creature.

Tutto per il Poverello di Assisi era degno di lode nel mondo, compresa sorella morte “corporale”, alla quale nessuno può sfuggire, ma che prepara l’incontro con il Signore. Solo la “seconda morte”, quella irreparabile dei malvagi, è da evitare accuratamente.

Una visione della vita con occhi limpidi, sereni; ma non ingenui, come talvolta invece si vuol far passare l’insegnamento di Francesco, e come si conviene al Santo più somigliante a Cristo, anche nella sofferenza delle stigmate.

La gioiosa esperienza francescana può essere ben espressa dalla festosa musica di Antonio Vivaldi. Anche in Vivaldi qualunque tema, sia pur doloroso, viene tradotto in musica rasserenatrice.

Per essere in linea con il Cantico delle Creature, mi pare appropriato il Salmo 116 (117): “Laudate Dominum omnes gentes”, Lodate il Signore, tutte le genti!

Lo splendido brano di Vivaldi, RV 606, in Re minore, è per Coro a 4 voci miste (SCTB), archi e basso continuo.

Una dedica particolare agli utenti (tutti) di Oknotizie, che in questi giorni ho salutato.


Laudate Dominum omnes gentes
Laudate eum, omnes populi.
Quoniam confirmata est super nos misericordia eius,
Et veritas Domini manet in aeternum.
 
Gloria Patri et Filio et Spiritui Sancto,
Sicut erat in principio, et nunc, et semper.
Et in saecula saeculorum.
Amen.

Lodate il Signore, tutte le genti;
lodatelo, popoli tutti.
Poiché è stata confermata la sua misericordia sopra di noi,
e la verità del Signore dura in eterno.

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo,
come era nel principio, e ora e sempre,
nei secoli dei secoli.
Amen.

4 commenti:

  1. Carissimo Amicus, non è tanto il mio genere, però devo ammettere che l'interpretazione del coro è notevole e si ascolta piacevolmente anche se il Re minore di solito porta malinconia rispetto a una tonalità in maggiore. Se non ricordo male, però, pure Samba pa ti di Santana è in Re o La minore ed è un bell'ascolto. :-))

    Ti ringrazio per la dedica, e ora che non ti trovo più nella Cloaca Maxima passerò di qua a "criticare" quello che posti. :-))

    Dopo al vicenda della Cloaca Maxima, penso che una pasquinata delle tue ci starebbe proprio bene. :-))

    Mandi dall'estremo nord-est terra di confine dimenticata da tutti compresi Dio e il Papa Re!

    RispondiElimina
  2. Mio caro Mstatus, lo so che preferisci ritmi ballabili, ma non è facilie trovarli in musiche da Chiesa :-D

    Verrà il momento in cui postare musica asburgica o latino-americana, ma oggi era il momento di Vivaldi :-)

    Non mi pare opportuno pasquinare ora sulla Cloaca Maxima. Sembrerebbe un atto di ritorsione. Invece sono contento di ciò che ho fatto e non conservo nessun risentimento per nessuno.

    Tra qualche giorno però mi divertirò anche a ridere su me stesso e sulla Cloaca ;-)
    Puoi starne certo, furlan dei paesini sopra Udin, benedetti da Dio e già illuminati dal governo del Kaiser... ;-) (governo del Kaiser può essere inteso come uno vuole) :-D

    Un caro saluto!

    RispondiElimina
  3. Grande il Santo dalle Stimmate!

    RispondiElimina
  4. La festa di S. Francesco è motivo di gioia particolare, per noi aretini che abbiamo La Verna :-)

    Un abbraccio affettuoso, carissima Gianna :-))

    RispondiElimina