sabato 23 aprile 2011

Sabato Santo. Dio è morto e sepolto...



Sabato Santo. Dio è morto e sepolto.

Ma non è la morte di Dio preconizzata da Nietzsche-Zarathustra, cioè la sua eliminazione definitiva da parte del superuomo.

Muore invece la natura umana di Dio, assunta dal Figlio per condividere con noi anche il momento più desolante.

In quella tomba, dove riposa il corpo di Gesù, sta per accadere un fatto che cambierà la storia umana e la nostra vita; un big bang altrettanto decisivo come quello che ha dato inizio alla realtà creata.

Quel corpo, umiliato nella morte, con la potenza di Dio spezzerà le catene della finitezza e risorgerà glorificato. La morte non avrà più potere su di lui.

Il suo corpo glorioso è anticipo della gloria futura di ogni essere umano, e certezza che la parola definitiva non sarà un sepolcro, ma la vita eterna.

Dio è morto e sepolto. Ma in attesa della Risurrezione.

In questa attesa anche noi, che stiamo virtualmente passando la Settimana Santa nella Comunità di Taizé, ci prepariamo al grande evento della nostra salvezza con un canto di Taizé in lingua portoghese, tratto dal Salmo 104/103, vv. 33-34.


Cantarei ao Senhor, enquanto viver;
louvarei o meu Deus enquanto existir.
Nele encontro a minha alegria (2v).

Canterò al Signore finché io vivo;
loderò il mio Dio finché esisto.
In lui la mia gioia (2v)

6 commenti:

  1. La gioia di Cristo risorto scenda nel tuo cuore donandoti pace e serenità. Buona Pasqua!!!

    RispondiElimina
  2. Molto bella questa settimana accompagnata dagli splendidi canti di Taizé!
    Grazie Antonio e auguri di BUONA PASQUA!
    Spero che tu stia bene.

    Annamaria

    RispondiElimina
  3. Serena e lieta Pasqua, Antonio.

    RispondiElimina
  4. Grazie Mirta del tuo gioioso augurio :-)

    Buona Pasqua! :-))

    RispondiElimina
  5. Domani concludo in bellezza :-)

    Buona Pasqua anche te, Annamaria :-))

    Ps. Sto bene (anche se di tempo per il web ne ho poco); grazie della tua premura ;-)

    RispondiElimina
  6. Grazie dei tuoi auguri, carissima Gianna, che ricambio di cuore :-)

    Buona Pasqua :-))

    RispondiElimina