martedì 4 gennaio 2011

Fiorì una rosa...

  




La carissima Stella, all'inizio di questo nuovo anno 2011, mi ha voluto fare dono di una rosa, anzi di un mazzo di rose di vario colore e significato.


Ho accettato l'omaggio floreale con grande piacere, e ricambio con un fiore più o meno poetico, ma è l'unico che ho potuto trovare in pieno inverno...



Fiorì una rosa

Fiorì una rosa (è vero!)
tra la neve e il ghiacciato;
anzi, un roseto intero
e multicolorato.

Dove poté accadere
una cosa sì bella?
Andate un po’ a vedere
nel blog di Gianna-Stella!

Ne ho colta una tra tante
e qua l’ho trasferita;
del suo aroma fragrante
la stanza si è riempita…

Amicusplato

4 commenti:

  1. Sei sempre stupendo Antonio!

    RispondiElimina
  2. Ho contraccambiato il dono... ;-)

    Grazie a te, mia cara Gianna, per aver stemperato con le tue rose il clima gelido (non solo dell'aria) di questi primi giorni dell'anno :-)

    Grazie! Sei un tesoro. Un bacio :-))

    RispondiElimina
  3. credo anch'io che che bisogna gioire e ringraziare il Signore per ogni secondo di vita, non significa restare insensibili ai mali che ci circondano, ma a combatterli meglio.

    RispondiElimina
  4. Pienamente d'accordo, Luca, con le tue sempre opportune riflessioni.

    "La gioia del Signore è la nostra forza".
    E non saremmo discepoli di Cristo Risorto se non portassimo, anche in situazioni drammatiche, la forza della speranza, proprio per superarle.

    Grazie!

    Un abbraccio fraterno :-))

    RispondiElimina