lunedì 28 gennaio 2019

La mirabile grandezza di S. Tommaso d'Aquino





Oggi, festa di S. Tommaso d'Aquino, non starò a ripetere quanto ho già scritto più volte sul grande teologo. Basta cercare nel blog.

Desidero oggi ricordarlo come poeta e cantore dell'Eucarestia: Panis Angelicus, O salutaris Hostia, Lauda Sion, Adoro Te devote, O Sacrum Convivium...

Questa volta lo ascolto nel mottetto "O esca viatorum" (O cibo dei viandanti) di Heinrich Isaac, (1450-1517), celebre musicista fiammingo che ha operato soprattutto in Italia, ed è morto a Firenze. 

Non ci vuol molto a capire che della musica del suo mottetto se ne appropriò successivamente J. S. Bach, in più occasioni. Per Bach era una cosa frequente rielaborare brani altrui.

Ma il mottetto originale, del XV secolo, è di Heinrich Isaac (Arrigo Tedesco), e le parole sono quelle di S. Tommaso d'Aquino.




12 commenti:

  1. Infatti, non ci vuole molto per ritrovare Bach, uno dei corali della Passione secondo Matteo mi pare.
    Grazie Antonio e buon pomeriggio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Annamaria, non poteva certo sfuggirti questa musica :) Grazie della tua condivisione. Un grande abbraccio :))

      Elimina
  2. Grazie per questo ricordo e perchè sei tornato.

    Terry ti ha dedicato un post meraviglioso che condivido.

    Un forte abbraccio, Antonio.

    RispondiElimina
  3. Ti ringrazio, mia cara Gianna, del tuo commento e dell'indicazione del post di Terry :)
    Un abbraccio grande :)
    Antonio

    RispondiElimina
  4. Buona Domenica delle Palme, caro Antonio!
    Spero che tu stia bene e ti mando un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  5. Buonasera sono una sua parrocchiani con immenso dispiacere vi porto a conoscenza che oggi giorno delle palme è venuto a mancare il nostro carissimo Don Antonio dopo una lunga sofferenza mi permetto di abbracciarvi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie della triste notizia.

      Abbraccio ricambiato

      Elimina
  6. Sono profondamente addolorata!
    Avevo intuito che Antonio aveva problemi di salute, ma ho sperato fino all'ultimo che questa notizia non fosse vera perchè non sapevo fosse "Don" Antonio! Poi sul web ho trovato articoli che lo ricordano, uno dei quali parla di questo blog e del suo nickname: Amicusplato!
    Insieme al dispiacere per la sua scomparsa, vorrei esprimere qui la mia immensa gratitudine per averlo conosciuto - sia pure solo dietro lo schermo di un computer - per la sua profonda cultura e la costante ricerca della bellezza.
    In particolare, desidero ricordare le sue doti di finissimo musicologo ed esperto di polifonia come pochi. Era per me un'"auctoritas" e spesso i suoi commenti al mio blog mi sono stati di incoraggiamento.
    Grazie e ancora grazie, Amicusplato! Sono certa che dall'Alto continuerai a seguirci e a fare il tifo per noi che restiamo qui!

    RispondiElimina
  7. Avevo voglia di rivederti e non l'ho fatto, avevo il numero e non l'ho composto, ti volevo parlare ma ho rimandato, ti ho cercato in modo distratto solo in superfice senza affondare come troppo spesso mi accade, ho perso un'altra occasione per dirti quanto sei stato importante per me. Sono stato fortunato ad averti conosciuto, sono stato fotunato ad avrere la tua guida, la tua amicizia, il tuo esempio e il tuo amore. Grazie grande uomo, grazie per tutto quello che hai fatto per me, grazie per la tua coerenza e per il tuo esempio, Grazie per avere formato una persona molto migliore di come sarei potuto essere senza la tua presenza e il tuo aiuto.
    Mi mancherai, come mi sei mancato in questi anni dove le circostanze ci hanno allontanati ma non ti dimenticherò mai e non dimenticherò i tuoi insegnamenti. Parafrasando un mio amico ti posso dire che "ho dato più retta a te che alla mi'mamma".
    Ciao Don.
    "maligna" e una pacca a mano aperta sulla fronte stempiata.
    GRAZIE

    RispondiElimina
  8. Ciao Amicus

    Ultimamente passavo sempre meno sul tuo blog, e se Terry non mi avesse detto che stavi male non so quando sarei tornato qua. apprendere la notizia della tua morte è stato davvero un bruttissimo colpo. Tu sei stato uno dei primi internauti che ho incontrato, e adesso rimpiango di non averti mai potuto incontrare di persona, e giusto un anno fa sono venuto proprio ad Arezzo. Come posso dimenticare i trascorsi su oknotizie? Senza di te quel sito sarebbe stato molto più brutto.

    Adesso riposa nella casa del Padre e intercedi per noi da lassù. Speriamo di incontrarci almeno al termine di questa vita.

    Tuo carissimo max75

    RispondiElimina
  9. Antonio carissimo, grazie ancora per la tua amicizia molto
    importante per me

    Grazie per la tua vicinanza e per il tuo affetto palpabile.

    Seguimi anche da lassù

    Mi mancherai.

    Grazie!!!

    RispondiElimina
  10. Ciao Amicus, ho saputo solo ora che sei tornato al Padre. In questi anni ti ho sempre pensato e sappi che tutto quello che ho imparato da te, lo conservo nel cuore come un tesoro prezioso.Il resto te lo dirò nelle mie preghiere, sono certa che continuerai ad aiutarci per affermare questa LIBERTA' CHE CI RENDE LIBERI.
    AD-DIO CARO ANTONIO
    Nell

    RispondiElimina