sabato 22 dicembre 2012

Il punto più basso
















Ieri, solstizio d’inverno.

Il sole era al punto più basso dall’orizzonte.
Il governo Monti al punto più basso del suo mandato: si è dimesso.
La politica al punto più basso di popolarità.
Le spese natalizie al punto più basso di sempre.
Una sola cosa ha raggiunto il punto più alto: il distacco tra la Juventus e l'Inter, dieci punti.

Ma già da oggi le cose cominciano a cambiare.
Il sole ricomincia a salire.
Monti avrà (forse) un’idea più chiara sul suo futuro.
Il Natale si avvicina di un giorno.
Lo spread tra Juve e  l'inseguitrice si è abbassato di un punto (e in serata di due, con la Lazio).

Solo una cosa è rimasta ferma in basso: la politica.
Per questa non c’è stagione che tenga: é sempre solstizio invernale.

9 commenti:

  1. La politica la paragono sempre più all'alta e bassa marea...

    Bacione, Antonio.

    Buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora mi pare proprio in bassa marea... ;-)La Juve invece è in alta marea, molto alta.. ;-)

      Bacione anche a te, cara Gianna :-)

      E Auguri!

      Elimina
  2. Carissimo Amicus, oramai la politica è al completo servizio della finanza mondiale, per cui, secondo me, non ha neppure un punto, ma è scesa di brutto diversi punti sotto lo zero. Con tutti i problemi in cui versa il Paese, la campagna elettorale si presenta come la peggiore rispetto al solito e già stiamo assistendo al mercato delle vacche addirittura in anticipo. Questi signori continuano a giocare alla man dritta e man storta col destino della gente, senza rendersi conto che sono seduti su di una polveriera pronta ad esplodere. Tutti questi grandi signori moderati dimostrano soltanto una cosa: il fallimento della politica e il loro fallimento.

    Da attento osservatore quale sei penso che tu abbia notato che qualora questo giro non produca qualcosa di buono (cosa che dubito) siamo più o meno alla possibilità di una svolta estrema. E con le svolte estreme non si sa mai come potrebbe andare a finire. Si spera, soltanto, che nell'eventualità, sia possibile gestire la situazione limitando i danni.

    mandi e Auguri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ancora una piccola riflessione per chi chiede la rivoluzione: un conto è teorizzare una rivoluzione, un conto è riuscire a farla e la parte più difficile, qualora abbia successo, è quella di riuscire a gestirla. :-))

      Elimina
    2. Non so come si evolverà la situazione, carissimo Mstatus ;-) Mi auguro però che non si arrivi alla "rivoluzione"...

      Speriamo che chi andrà al governo sappia rendersi conto che si sta "ballando" sul precipizio e agisca di conseguenza :-(

      Ti ringrazio dei tuoi Auguri, che mi sono veramente graditi :-)

      Auguri di cuore anche a te e a tutti tuoi cari :-)

      Elimina
  3. Risposte
    1. Buon Natale, Gianna, a te e ai tuoi cari :-))

      Elimina
  4. Risposte
    1. Buon Natale anche a te, Annamaria :-))

      Elimina