domenica 20 maggio 2012

Un maggio autunnale e insanguinato




Attentato criminale in una scuola di Brindisi, devastante terremoto in Emilia, nella cornice di una stagione più autunnale che primaverile.
Non un maggio odoroso, quest’anno, ma un maggio di lacrime e sangue. In senso vero, non solo come retorico modo di dire.
Per la giovane Melissa uccisa davanti alla sua scuola e per le sue amiche ferite. Per gli operai sepolti nei crolli del terremoto in Emilia e per le altre vittime del sisma, il mio omaggio e la mia preghiera a Dio.
Voglio anche esprimere tutto il mio sgomento per questi tragici avvenimenti con la drammatica “Totentanz” (Marcia funebre) di Franz Liszt, che riprende il tema del “Dies irae” gregoriano.
Con la morte non si scherza.

2 commenti:

  1. Quanto dolore in questi giorni!

    RispondiElimina
  2. Giorni terribili, che fanno grande impressione.

    Che Dio ci aiuti.

    Un abbraccio, carissima Stella :-)

    RispondiElimina