venerdì 18 febbraio 2011

Mina e De André. Così nacque Faber



Oggi si ricorda la nascita di Fabrizio De André (18 febbraio 1940-11 gennaio 1999).

“Se una voce miracolosa non avesse interpretato nel 1967 La canzone di Marinella, con tutta probabilità avrei terminato gli studi in legge per dedicarmi all’avvocatura.
Ringrazio Mina per aver truccato le carte a mio favore e soprattutto a vantaggio dei miei virtuali assistiti”.

Sono le parole con cui Fabrizio De André ricorda l'inizio del suo successo.

Mina intuì nella musica e nei versi di quella dolcissima e amarissima ballata la mano di un artista geniale, ancora sconosciuto.

Mina truccò le carte, come dice Faber; ma non lo fece solo per un mancato avvocato e per i suoi virtuali clienti.

Lo ha fatto soprattutto per noi, per regalarci il più grande cantautore italiano, insieme a Battisti.

Grazie, Mina!

Il duetto Mina-De André del disco postato non è ovviamente il canto originale solistico di Mina del 1967.

È un omaggio ai due grandi artisti (1997), legati indissolubilmente da questa stupenda canzone.


4 commenti:

  1. Ciao!
    Ho segnalato il tuo blog nel mio ultimo post di stamattina.
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  2. Cara Annamaria, ho cercato di ringraziarti alla mia maniera ;-)

    Ciao!

    RispondiElimina
  3. Due grandissimi artisti per una canzone davvero unica :-))

    Grazie, carissima Gianna :-)

    RispondiElimina